Vedi il carrello “La bottega delle filastrocche” è stato aggiunto al tuo carrello.
Adamo ed Eva e la democrazia

Adamo ed Eva e la democrazia

10,00

Storia semiseria del concetto di democrazia da quando tutto ebbe inizio a oggi.

 

Si fa un gran parlare di democrazia, ma che cosa vuol dire «democrazia»? Come funziona, e perché è preferibile ad altre forme di organizzazione politica? Sono possibili diverse «gradazioni» di democrazia? Comunque la si pensi, certo è che la democrazia – come potere, governo, sovranità del popolo – ha costituito, nel corso dei secoli, un problema: circa il modo di intenderla, le sue possibilità di attuazione, i suoi lati positivi o negativi e il suo essere qualcosa che veleggia tra mito e realtà. Osteggiata da tanti in quanto forma di organizzazione politica debole, in balia della volubilità emotiva delle maggioranze, anche fra i sostenitori del principio democratico aspre sono state nel tempo le divisioni che hanno contrapposto i fautori della democrazia diretta ai sostenitori di quella rappresentativa. Questo libro intende raccontare per sommi capi, senza rinunciare a un pizzico di umorismo, la storia del concetto di democrazia ricostruendo i mutevoli significati che via via sono stati attribuiti ai principi dell’eguaglianza politica, della sovranità popolare e dell’autogoverno dei cittadini. Le vicende della politica e quelle delle dottrine democratiche vengono così ripercorse nel loro intreccio, con particolare attenzione a passaggi storici decisivi come le grandi rivoluzioni americana e francese, le lotte per il suffragio universale e l’affermazione delle democrazie costituzionali. Conoscere la storia della democrazia è fondamentale per poterla apprezzare, perché è vero che la democrazia, con tutti i suoi limiti, probabilmente è la peggior forma di governo possibile, ma solo se non si prendono in considerazione tutte le altre forme fin qui sperimentate.

Acquista ora
Share Button

Autore

Alfio Leotta (Fleo), Marco Mari

Titolo

Adamo ed Eva e la democrazia

Sottotitolo

Storia semiseria di un’idea politica

Formato

14 x 20,5 cm

Pagine

160

Peso 0.300 kg