Rappresentanza sindacale e rappresentanza politica

Rappresentanza sindacale, rappresentanza politica e tutela del bene comune

16,00

Sindacato e politica nella Fiat degli anni ’80.
Dall’analisi di un fatto di cronaca un saggio per riflettere, attraverso la lente della storia, sulle dinamiche del mondo del lavoro oggi e sul problema della rappresentanza nel mondo del lavoro.

9 disponibili

Cgil e Pci nella Fiat degli anni Ottanta

Walter Molinaro è un operaio di quinto livello al reparto innovazione del Portello. Laureando in architettura, fa richiesta per l’avanzamento di carriera nel ruolo di designer. Dopo vari colloqui con i responsabili dell’azienda, il 18 novembre 1988 incontra il direttore del personale degli enti tecnici il quale esplicita meglio quanto già gli altri, nei precedenti colloqui, avevano sostenuto: la tessera sindacale è “un limite oggettivo”. Per di più Molinaro è anche segretario della sezione aziendale del Pci.
Una lucida e documentata analisi dei rapporti tra la maggiore azienda privata italiana e le rappresentanze sindacali e delle organizzazioni sindacali e i partiti politici attraverso la ricostruzione delle vicende che animarono quello che dai giornali dell’epoca fu definito il “caso Fiat”.

.

Giuseppe Fornaro, classe 1964, già giornalista professionista, ha collaborato con vari periodici nazionali tra cui Meta, rivista della Fiom-Cgil nazionale con la quale ha iniziato l’attività giornalistica, e Rocca, quindicinale nazionale della Pro Civitate Christiana di Assisi. Ha curato uffici stampa per enti e amministrazioni pubbliche. Per passione della scrittura, intesa come impegno civico, ha un proprio blog www.giuseppefornaro.blogspot.it. Nel 2010 ha pubblicato il romanzo All’alba di una domenica, ispirato alla drammatica morte di Federico Aldrovandi.

.

La recensione pubblicata sul sito web della Società Italiana di Storia del Lavoro:

«A otto anni di distanza da quella “marcia dei quarantamila” che è oggi considerata – e che proprio così voleva essere essere vista – come l’evento di chiusura di un ciclo decennale di lotte di fabbrica, nel dicembre 1988 scoppiò, all’Alfa di Arese, l’ennesimo “caso Fiat” di clamorosa violazione dei diritti dei lavoratori. Tra i protagonisti Valter Molinaro, responsabile del giornale di fabbrica Il Portello e segretario della sezione Pci (e poi Pds) all’Alfa Romeo. Giuseppe Fornaro – che ha iniziato l’attività giornalistica nella rivista della Fiom-Cgil, Meta – racconta questa vicenda proponendo un’analisi dei rapporti di forza nel mondo della produzione».

Share Button

Autore

Giuseppe Fornaro

Titolo

Rappresentanza sindacale, rappresentanza politica e tutela del bene comune

Sottotitolo

Cgil e Pci nella Fiat degli anni ’80

Collana

Saggi & tesi

Pagine

136

Formato

14 x 20,5 cm

Rilegatura

brossura

Peso 0.215 kg